Passa ai contenuti principali

Plomo o plata?

 


Siamo stati al Buzzi a fare dei controlli, vi parlo di quello. 
E del narcotrafficante che stava in reception nell'hotel in cui ho alloggiato. Vi va? Ok.
Inaspettatamente, la convocazione prevista per settembre è arrivata ai primi di agosto. EEG (elettroencefalogramma) e un altro paio di cosine. Non pervenuta la risonanza magnetica per motivi interni, ma "per quella c'è tempo" dicono dalla regia.
Finalmente abbiamo affrontato la questione "secrezioni tsunami" e notti passate con l'aspiratore in mano in cerca di una liberazione delle vie respiratorie che non arriva mai. Perché le vie respiratorie sono bastarde. Più aspiri secrezioni, più le secrezioni vengono prodotte. E se contate che già la produzione era anomala di suo, immaginate la guerra persa in partenza che abbiamo combattuto per mesi, tutte le notti. 

Convocazione venerdì scorso alle 16:30. Io, per non starmene a casa da solo e per poter trovare anche all'ultimo il modo di stare con loro anche solo 10 minuti al giorno, mi sono cercato un hotel "da spendere poco". E l'ho trovato. Purtroppo.
Lascio moglie e figlio al Buzzi e mi dirigo, fiero dell'affarone incredibile che avevo fatto su booking, ad effettuare il mio check in.
Una volta giunto sul posto grazie al fido "Waze" (compagno di mille battaglie) mi rendo conto alla prima occhiata che, forse, cercare hotel ad una stella in zona stazione centrale non è stata esattamente la mia idea più brillante delle ultime settimane. Ma non demordo. Alcuni dei posti in cui mi sono trovato meglio, in fondo, non avevano il loro punto forte nell'estetica. Entro, mi guardo intorno, e devo dire che la prima impressione appena varcato l'uscio non è pessima, anzi! Poi mi cade l'occhio sulla reception. Dietro il banco, a guardarmi con aria truce, c'è un tizio che ha l'aspetto di uno che deve saperla lunga su cosa succedeva a Medellin (in Colombia) tra gli anni 70 e 90 del secolo scorso. 
«Plomo o plata?»
«Eh...?»
«La mascherina seniore... non l'ha messa»
«Ah... scusi... ha ragione»
Ma con quella faccia lì, anche avesse avuto torto, ne avrei messe 3 una sull'altra pur di non contrariarlo.

Entro in camera e mi rendo conto del fail più grande di tutti: in pieno agosto, ho preso una camera in un hotel senza aria condizionata. Avevo il mio bel ventilatore, lì, sulla scrivania, che mi dava del pirla.

Nel frattempo mamma e Tommi sono stati fatti accomodare in camera, gli è stato fatto il tampone  e gli sono arrivate informazioni poco chiare sulla loro permanenza in quel reparto. Qualcuno sosteneva che sarebberio stati lì in isolamento fino al lunedì successivo, qualcun'altro che avrebbero dovuto aspettare solo l'esito dei tamponi. Fatto sta che stavano in questa stanzetta minuscola, e potevano comunicare con chiunque solo dietro un vetro e tramite un interfono.  
Diario del capitano. Data astrale 22.2018. 

Alla fine li hanno spostati in reparto il giorno successivo, poco dopo l'arrivo dei risultati dei tamponi.
Le regole erano meno restrittive e per tutta la durata del ricovero, ci siamo potuti incontrare nell'atrio principale del Buzzi, muniti di mascherine e attenti al distanziamento. perché loro avevano fatto il tampone, ma io no. Giustamente.  

La mia prima notte ospite del cartello di Medellin, nel frattempo, l'ho passata in bianco. Un caldo atroce. Ventilatore puntato talmente in faccia che alla fine era più un fastidio che una coccola. Mi sono fatto una maratona notturna di "Caro Maestro" su canale 5, di quelle da appassionato proprio. Due coglioni!!

Al mattino mi sono messo a camminare, ho fatto una decina di km in giro per Milano e mi sono sentito un triatleta di quelli spessissimi. Nel pomeriggio sono andato dalla mamma e da Tommi che, come vi ho detto, erano stati spostatio in un reparto meno restrittivo. Al Buzzi, in quei giorni,c'era anche un altro papà blogger: Daniele. (Conoscete Guida senza patente? fateci un salto. Sono belle persone). 
Lui stava diventando papà per la terza volta e ne abbiamo approfittato per festeggiare con un aperitivo.
Poi nella serata mi ha raggiunto anche il buon Beppe (ma senza cartonato della regina Elisabetta). Seguite anche lui che merita (Beppe Lamberto). E poi ha il cartonato della regina Elisabetta. Cioè, davvero. Mica per dire. 

Mi ha fatto bene sia passare del tempo con Beppe (ma lo sapevo già), che con Daniele (piacevole scoperta, perché non ci eravamo mai visti dal vivo se non di sfuggita). 

Il lunedì mattina hanno messo in testa a Tommi tutto il solito ambaradan per l'EEG (elettroencefalogramma) e, come ogni anno, quando glielo mettono, a me ricorda qualcosa. Di seguito alcune diapositive degli anni passati e di quello corrente. 
Louis Tully dei Ghostbusters


Gli Snorkies


e quest'anno: la damma con l'ermellino


Domenicas sera, rientrato in hotel, e constatati i 50 gradi ai quali mi sarebbe toccato dormire, ho fatto il check out anticipato e sono andato da un'altra parte. Anche perché avevo la diretta con Laura Miola e non volevo correre il rischio di dovermi togliere le gocce dalal fornte ogni 2 minuti. Che poi, chiedo, l'avete vista la diretta con Laura Miola di domenica? NO?! Vabbè, per fortuna che ci penso io a voi. L'ho salvata qui. Andate a vederla quando avete tempo. 

Tornando alle faccende ospedaliere, il dott A. ha tolto a Tommi l'ultimo farmaco che gli aveva prescritto per dormire e le secrezioni sono subito diminuite. Per sopperire alla necessità di aiutare il sonno del giovanotto, ci hanno datto uno sciroppo che viene direttamente da un'industria chimica militare. Una cosa per la quale hanno dovuto chiedere l'autorizzazione all'esercito o una cosa del genere (ma qui la possibilità che la mamma abbia capito "mazzo per pazzo" sono altissime, quindi tenetevi pronti ad una smentita nei prossimi giorni😂). In 15 minuti Tommi è ko. SPETTACOLO!! Però, fin'ora, tutti i farmaci per la nanna sono risultati utili all'inizio e poi... o venivano fuori gli effetti collaterali (tipo le secrezioni) o perdevano la loro efficacia a stretto giro di posta, quindi ancora non vogliamo cantare vittoria. Ah... prima che mi dimentico: a settembre confermato l'arrivo del farmaco al cannabidiolo per contrastare l'epilessia (vi terremo aggiornati).

Cuore a posto, sangue  e urine a posto, l'esito dell'elettroencefalogramma lo avremo più avanti. Ma sappiamo già che sarà un disastro. Come sempre. Pazienza. Aspettiamo di capire se il cannabidiolo farà il miracolo.

Adesso ci aspettano le ferie e speriamo siano propizie anche per trovare casa in Romagna. Si parte il 24 per Misano!! Finalmente avrò materiale video per fare un nuovo family vlog! Non vedo l'ora.
Ovviamente per tutti i nostri video dovrete aspettare settembre. Ormai siamo mentalmente in ferie.

«Signori Cannadoro, l'elttrocardiogramma è perfetto. Il cuore di Tommi è in splendida forma»
«Non avevamo dubbi. Quello lo alleniamo tutti i giorni. Senza sosta. Ci guardiamo negli occhi, ci abbracciamo, ci "sentiamo"... si alzano i battiti e parte l'allenamento. In amore, siamo decatleti».

Se ti piace quello che faccio e pensi sia utile, offrimi un caffè e aiutami a proseguire 👉 PAYPAL

Ci leggiamo alla prossima.








  

Commenti

  1. Sto leggendo quanti più post posso, ho appena ordinato il libro ( arriva il 27 agosto uffi).
    Quanti viaggi anche noi abbiamo fatto in assurde pensioni, strutture di suore etc etc....
    Quante foto di eeg fatte ??? Innumerevoli
    Eeg di 24 ore, pipì e cacca in padella, macheffà
    Quante lacrime di David: mamma, mi devono mettere i fili in testa? Si amore, devono controllare se è tutto ok. Cavolo ai bambini non puoi mentire, mentre ti squarci il cuore, e vorresti portarlo via da quella tortura, devi tentare di non farlo piangere se no l'eeg viene "artefatto" , devi costringerlo a non muoversi altrimenti quella brava ragazza tecnico dell'eeg ti dice registriamo altri 5 minuti.
    Devi consolarlo, ma più lo stringi a te e più piange. Non consolarlo ti dici e piange cmq, tanto vale che me lo stringo e lo coccolo, vai a quel paese, 5 minuti di coccole in più me le godo. Buone ferie ragazzi
    Un bacione a Tommi

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

"E tu amore come la vedi? Ah già tu non vedi".

Vi racconto cos'è successo al vecchio sito e aggiungo anche qualche info nuova di zecca sul prossimo futuro. Ci state? Ok.

Tipo la spada solare del Daitarn 3

Vi racconto di questo periodo strabordante di novità e di cose da fare. Trasloco a cattolica, diversi ricoveri programmati e tanto altro. Ovviamente ci facciamo due risate. Vi va? ok.